SocleDuMonde

Il blog come grande contenitore di suggestioni correlate direttamente o indirettamente al macrotema “Interni assoluti”.
Che cos’è un interno assoluto?
Per delineare un quadro preciso della questione è necessario, a mio parere, far riferimento non semplicemente al campo del design
ma indagare un po’ più a fondo in aree apparentemente estranee alla progettazione.
Dico “apparentemente” perché credo che tutto il mondo che ci circonda possa fornire spunti di riflessione e d’indagine:
è necessario mutare e moltiplicare i propri punti di vista inclinando metaforicamente la testa come fa il pubblico di fronte all’opera di Manzoni,
da cui prende il nome questo blog.

Fotografie di Casa da Musica, Porto, Portogallo.

“There are some buildings that provide a sense of continuity, but this building consists of abrupt and autonomous elements that are connected by means of a fluid space. So, I see it as a kind of essay about autonomy and fluidity, separation and connection. For me, it’s important that the fixed elements are surrounded by a much more fluid experience.”
Rem Koolhaas in Público

Rem Koolhaas

Queste sono le parole dell’architetto e urbanista olandese a proposito di Casa da Musica, una costruzione interamente dedicata alla musica che nasce a Porto, Portogallo ed apre le sue porte al pubblico nell’aprile del 2005.

Con quest’opera l’architetto dimostra di essere riuscito nell’intento di liberare la tipologia dalla tipica forma di “shoe-box”. Oltre che a curare l’acustica, l’attenzione è stata posta sulla ridefinizione del rapporto interno-esterno pubblico.

L’edificio, ubicato nella parte alta della città, si presenta come un volume sfaccettato di calcestruzzo bianco poggiato su un piano ondulato di travertino chiaro che diventa una nuova piazza pubblica, circondata su tre lati da vecchi isolati caratterizzati da una tipologia mista di edifici, dai più semplici ai più deteriorati a quelli più signorili.  Si pone in questo modo come cerniera tra la vecchia e la nuova Porto. La piazza diventa luogo di ritrovo privilegiato per gli skater, che utilizzano i suoi dossi e avvallamenti per le loro evoluzioni.

All’interno, il Grande  Auditorium sopraelevato (1300 posti a sedere) presenta facciate in vetro ondulato alle estremità che aprono la sala alla città che si propone come sfondo drammatico per spettacoli. Allo stesso tempo l’edificio mostra il suo interno senza essere didattico. Oltre all’auditorium sono presenti altri micro-ambienti, interni d’ interni, quali dieci sale prova, di registrazione, uno spazio didattico, un ristorante, terrazza, bar, una sala VIP, le aree amministrazione e un parcheggio sotterraneo per 600 veicoli.

Un altro imperativo è stato l’uso innovativo di materiali e colori: l’auditorium è costituito da pareti alternate in vetro a grandi onde e di calcestruzzo rivestito di compensato decorato da strisce irregolari dorate che danno una scossa drammatica enfatizzando la prospettiva. L’area VIP ha piastrelle dipinte a mano (riprendendo i tradizionali azulejos portoghesi) raffiguranti una scena pastorale, mentre la terrazza sul tetto è ricoperta da geometriche tessere bianche e nere, i pavimenti nelle aree pubbliche sono lastricate in alluminio o di vetro accoppiato a lamiera metallica forata che fa intravedere i piani sottostanti e le attività che vi stanno svolgendo.

Non vi è volutamente un ampio foyer centrale, sostituito invece da un percorso continuo che collega gli spazi attorno al Grande Auditorium per mezzo di scale, piattaforme e scale mobili. L’edificio diventa una vera avventura architettonica.

L’edificio è visitabile liberamente di giorno ed è teatro per un ricco calendario d’eventi legati alla musica di ogni genere accogliendo quindi target di diverso tipo. D’estate la grande piazza accoglie i concerti all’aperto, che hanno come sfondo un piano della facciata dell’edificio, opportunamente attrezzato con luci ed altre attrezzature impiantistiche dimostrando la grande versatilità dell’opera di Koolhaas che si pone come elemento borderline tra indoor e outdoor.

  1. skorpio1908 ha rebloggato questo post da federicagervasi-socledumonde
  2. iwouldwalkmiles ha rebloggato questo post da federicagervasi-socledumonde
  3. postato da federicagervasi-socledumonde

Ultralite Powered by Tumblr | Designed by:Doinwork